em-1437469_960_720

La crisi dei Campioni agli Europei

Molto spesso un pò spavaldi, onnipotenti e maghi del calcio, quelli che più semplicemente vengono chiamati “Campioni” si sono presentati all’appuntamento con la “Scala del calcio” senza conigli nel cilindro. Quasi quasi, per certi versi gli italiani gioiscono a non aver riposto speranze nella numero 10 assegnata all’oriundo Thiago Motta dal Mister Antonio Conte.

Al momento, i così tanto attesi “Campioni”, non ci hanno deliziato se non con sporadici guizzi, qualche assist non concretizzato, ma soprattutto non li abbiamo visti esultare nelle loro tipiche pose.

Cristiano Ronaldo

(FRANCISCO LEONG/AFP/Getty Images)

La stella portoghese, superato il record di presenze di Figo in Nazionale, sembra avere la sfortuna dalla sua tanto che a portiere spiazzato, quando i giochi sembravano fatti, è riuscito a spedire il calcio di rigore sul palo. Risultato: Portogallo 0 v Austria 0, qualificazione agli ottavi rimandata.

Zlatan Ibrahimovic

Ibra sbaglia

Lo spauracchio Zlatan il suo golletto l’ha fatto, ma con l’Italia non è riuscito a siglare la rete nemmeno quando è stato pescato ad 1 metro dalla porta di Buffon. Era fuorigioco, ma che errore! Nulla a che vedere con le magie a cui ci aveva abituato (vedi lontano anno 2004).

Paul Pogba

Paul Pogba

Parlando sempre di stelle, l’unico che sembra essersi salvato in extremis è lo juventino Pogba: nella terza partita di qualificazione, due legni terrificanti, la passeggiata sulle mani nel contrastare lo svizzero Embolo ed i tunnel che rispecchiano la spensieratezza del 23enne. Il suo Europeo forse è iniziato davvero!

In tutta verità, per il momento noi una stella l’abbiamo vista brillare: 1,67 cm per 60 kg, aretino cresciuto nel Cesena. Tuttavia, preferiamo che le sue magie stupiscano il pubblico di tutta Europa.

#FINDMATCH #LiveYourChallenge